20 Febbraio 1993, ci lasciava un “caparbio” genio dei motori Ferruccio Lamborghini

Il 20 febbraio 1993, 22 anni fa ci lasciava un genio dei motori, che contribuì a fare la storia delle automobili sportive, Ferruccio Lamborghini.

lamborghini lui

Non ci dilungheremo a ripercorrere la sua vita, ma lo vogliamo ricordare, vedendo le sue auto, i suoi capolavori, una vita nei motori, prima i trattori, poi le super car e gli ultimi 20 anni della sua vita, trasferitosi nella sua amata Umbria a produrre vino.

lamborghini miura sv ok

Vogliamo solo ricordare, l’aneddoto relativo alla sua decisione di costruire auto sportive, che è significativo  del carattere dell’uomo e rappresentativo di tempi ed epoche che purtroppo non torneranno mai più, fatti di genialità, di lavoro, caparbietà e dedizione:

lamborghini

“Lamborghini costruiva trattori, ma amava le auto sportive, possiedeva, Lancia, Jaguar, Alfa romeo ed ovviamente non resistette alla tentazione e divenne proprietario di una Ferrari, favorito da un cordiale e diretto rapporto di amicizia con Ferrari.

Felicità, velocità, poi un problema con la frizione, Lamborghini se ne intendeva, ma a Maranello non risolsero il problema, anzi un giorno durante una sua visita, Enzo Ferrari gli disse “Lamborghini, sarai anche capace di guidare un trattore ma non saprai mai come portare una Ferrari”.

Lamborghini che nel frattempo, aveva scoperto, smontando la Ferrari, che la frizione usata, era simile a quelle usate da lui per i trattori, decise di dimostrare a se stesso ed all’amico-rivale Ferrari che sarebbe stato in grado di costruire super car. E così nacque l’avventura automobilistica di Ferruccio.”

lamborgini gallardo

Giù il cappello.

Ciao Ferruccio.

Adrenaline24h

 

 

 

 

Leave a Reply

Translate »