Moretti automobili un piccolo costruttore del “miracolo Italiano” compie 90 anni.

Oggi dedichiamo gli onori “della cronaca” ed un pensiero, ad un costruttore definito minore nel nostro panorama di AUTO D’EPOCA,

visto che nel 2015, la Moretti festeggia i 90 anni dalla sua fondazione.

Marchio quasi subito, legato a Fiat, ma capace, durante gli anni di massimo fulgore, nella costruzione di veicoli d’elite, che con molti sforzi e dedizione hanno conquistato i palcoscenici del mondo sportivo, anche con le Formula a ruote scoperte.

Ci sembra doveroso un tributo, a chi, comunque in anni difficili ma pieni di speranza e sogni, ha saputo interpretare il sogno Italiano del dopo guerra, con caparbietà, capacità e fantasia.

La Moretti viene fondata a Torino da Giovanni Moretti nel 1925 con di motocarri e motocicli, sia da turismo sia da competizione.

La prima vettura, di piccola cilindrata, da considerare un prototipo, a tre posti, equipaggiata con un biciindrico da 500 cc viene costruita nel 1928.
La produzione di autovetture inizierà subito dopo la seconda guerra mondiale.

Moretti_350

Negli anni della guerra Moretti realizza un autocarro a propulsione elettrica e, con la stessa motorizzazione, una “Elettrovettura” a sette posti.

moretti Stabilimento_Moretti

Nel 1945 viene presentata la Cita, una due posti con motore anteriore da 350 cc, in versione berlina e cabriolet, seguite successivamente da propulsori 600 e 750 cc.

Negli anni 50 la Moretti produce la 750 in tre versioni, Berlina, Cabriolet, Barchetta e fa debuttare la 1200, nelle versioni Berlina e Gran Sport.
Notevole è l’attività sportiva della MORETTI, nel rallye Algeri-Città del Capo le 750, con vetture ancora oggi ricercate dai collezionisti, conquistano le prime due posizioni di categoria. La Moretti proseguirà nella sua avventura sportiva, con ottimi risultati alla 1000 Miglia e poter annoverare la partecipazione anche alla gloriosa “24 ore di Le Mans”.

Alla fine degli anni 50, a causa dei sempre più elevati costi di produzione di questi veicoli rispetto alla produzione industriale in grande serie, Moretti deve sospendere la produzione di vetture complete per trasformarsi in carrozziere: la maggior parte delle fuoriserie realizzate da questo momento in poi trarranno origine da telai e parti meccaniche Fiat.

Moretti_350_1948

Negli anni sessanta, la forte amicizia che legava Giovanni Moretti e Gianni Agnelli, favori il legame tra Fiat e Moretti, nella veste di carrozzeria indipendente, la Moretti sforna un gran numero di modelli e allestimenti quasi esclusivamente su base FIAT, le Moretti del periodo sono contraddistinte da un ottimo livello di finitura e assemblaggio, come solo la produzione artigianale può garantire.

Tra i designer che lavorarono per la Moretti spicca la figura di Giovanni Michelotti, che disegnerà vari modelli.

Moretti_750_TDM_(1)

In questi anni nascono la Moretti 2200 coupé (1960), la 1100 coupé (1961), la 1100 spider (1961), la 2300 cabriolet (1963), la 600 spider (1963), la 850 sportiva (1965), le coupé 124, 127 e 132 (1967-’69) e le 128 coupé e roadster (1969)
Anche l’attività sportiva continua negli anni ’60, con le monoposto della formula Junior.

morettiMonza_24-04-1960

Nel 1964 la Moretti ha 145 dipendenti e i suoi stabilimenti occupano un’area di circa 9.000 m², mentre la produzione annuale è nell’ordine delle 1.500 unità, nel ’67 la produzione sale a 2.600, nel ’73 arriva a 3.300, ma l’anno seguente inizia una grossa crisi delle vendite, in quanto la produzione di massa, prende il sopravvento rispetto alla “fuoriserie”, Moretti, pertanto dovrà spostare il baricentro delle sue attività sulla elaborazione di modelli Fiat.

A partire dalla metà degli anni 70 la Moretti è costretta a ridurre decisamente la sua gamma di autovetture che, con l’uscita di produzione delle raffinate 128 coupé e roadster, si riduce in pratica alle sole 126 Minimaxi e 127 Midimaxi, oltre a qualche rara Sporting 4X4.

Negli anni 80 la Moretti, proverà a rispolverare la politica dei mercati alternativi, ma le 127 Vip, Ritmo Gold, Midimaxi III, Panda Rock, Uno Folk non risanano le sorti della Moretti e dopo la presentazione della Ital Uno Turbo, di cui qualche esemplare è esportato anche negli USA, gli eredi di Giovanni Moretti si arrendono e la produzione si arresta.

Dopo 65 anni la Moretti esce di scena come costruttore di auto, rimane un glorioso passato, le numerose auto dei collezionisti, tra cui alcuni modelli molto ricercati, rimane la forza e determinazione di Moretti, testimone di un’epoca e di auto legate alla sua creazione ed al binomio con Fiat, sperando che nei prossimi anni saranno ancora più ricordate dai collezionisti.

L’epopea della Moretti termina qui, personalmente un oggetto come la 750 Algeri Le Cap, la desidererei e voi?

Chi possiede una Moretti, ne volete parlare?

Adrenaline24h

fonte info tecniche automoretti

10 Responses
  1. ROBERTO ROSANO - SIRACUSA

    Proprietario dell’unica MORETTI 600 COUPE’ FUORISERIE 1951 – che presumo sia rimasta in vita – ORIGINALE IN TUTTO – persino la targa – REGOLARMENTE OMOLOGATA ASI. (a/2)- a vs. completa disp.ne – per event. rich. fotograf. – cordialmente ROBERTO MARIA ROSANO-SR

    1. admin24

      Salve grazie della sua risposta, cortesemente ci inoltra un suo recapito in privato, via mail per contattarla.
      Grazie buona serata

  2. ROBERTO ROSANO - SIRACUSA

    Tel. Mob. = 347.57.95.431
    Tel. Abit. = 0931.30942

    Cordialmente
    R.M.ROSANO – SIRACUSA

  3. ROBERTO ROSANO - SIRACUSA

    La rivista RUOTECLASSICHE – maggio 2015 RIPORTA IN UN SERVIZIO SPECIFICO LA MIA VETTURA ” MORETTI 600 COUPE.F/SERIE 1951 ” – CORDIALMENTE R.M.ROSANO

  4. Lorenzo

    salve,
    Ho appena acquistato una Fiat Moretti 500 mini maxi del 1972. L’ho cercata a lungo, l’ho provata e sono veramente soddisfatto. Al momento non conosco nessuno che ha una vettura identica ma mi piacerebbe scambiare delle idee dato che la produzione è stata molto limitata, non esistono libretto di istruzioni, ma è tutto molto interessante. Per esempio il motore è molto più scattante rispetto alla mia 500 L sempre del 72 nonostante siano due motori identici modello 110. 000f
    Saluti

  5. Rogerio Machado

    Due amici, uno che habita qui in Brasile a Sao Paulo e un altro che habita a Los Angeles hanno simile Fiat-Moretti 850SS Sportiva de 1967. Quella a Sao Paulo ha bisognho di qualche detegli per la finizione, invece quella a Los Angeles e completa e va sempre in meeting. Il fronte fa ricordare quella della Fiat Dino.

  6. Matteo Mazzali

    Salve, ho appena comprato una Fiat panda rock Moretti 750s, ne sono state fabbricate solo 150 con questo motore e la mia è proprio una Delle ultime perché è stata immatricolata nel 90 mentre la Moretti ha chiuso nel 89.
    Purtroppo dopo vari anni di splendore l’auto è stata abbandonata per quasi 10 anni ma per fortuna monete ruggine e ci sono tutti gli accessori, manca solo il tubo che va davanti con i fendinebbia (che invece possiedo),
    Ho da poco iniziato il restauro.
    Per caso sapete se qualche rivista ha fatto un servizio su di essa?
    Grazie mille a tutti.

  7. Massimiliano

    Io ho una edizione speciale della gia limitata serie di panda rock moretti. Perfettamente restaurata. Nuova. Non posso camminarci per l’interesse che suscita!!!!

Leave a Reply

Translate »