Una “inglese” a Viterbo

Giorgio Cesetti, caro amico personale e di Adrenaline24h, artista di pennello e nell’anima, si racconta, si ricorda, in un piccolo amarcord.

Ricordi con l’amata Anna e la “inglese” di casa.

Per conoscerlo artisticamente per gli amanti dell’arte  http://www.cesetti.it/

Grazie Giorgio.

Giorgio, Anna , la Morris e La Regolarita’

cesetti3

Nel 1999 avevo una Mercedes 280E del 1979, 6 cilindri a benzina, auto meravigliosa ma molto impegnativa per gli alti costi di manutenzione : benzina, bollo, assicurazione ..confesso che molte volte in quel periodo avevo pensato di venderla, percio’ quando il fratello di Anna, Gianpaolo,(che era vice presidente del Veteran Car Club), mi prospetto’ la possibilita’ di iscriverla come auto d’epoca, risparmiando cosi sull’ assicurazione e avere l’esenzione del bollo, non mi sembro’ vero, feci la tessera del club, preparai i documenti per l’iscrizione della Mercedes all’ASI, ed entrai cosi senza volerlo quasi trascinato nel mondo della regolarita’, e con me Anna.

cesetti mercedes
La prima grande difficolta’fu quella di tranquillizzare la mia futura navigatrice(Anna) che, quando aveva un cronometro in mano cominciava tremare e invece di scandire i secondi balbettava e molte volte non contava affatto ; gli amici mi dicevano sempre: “ cercati un navigatore che gia’ abbia avuto esperienza e mi dicevano che Anna non sarebbe mai riuscita a farlo per la sua emotivita’ e uno di questi che insisteva nel sostenerlo era proprio Gianpaolo Veralli ,fratello di Anna ma io rispondevo sempre che per me lei andava benissimo perche’ quando sbagliava mi bastava guardarla e la sua dolcezza mi faceva immediatamente dimenticare la delusione di aver buttato via una gara, cosa che non sarebbe avvenuta con un altro navigatore.
Nel 2001 ho cominciato a cercare un’auto che si prestasse meglio alle gare di regolarita’ e ho trovato una Fulvia Coupe’ a Milano. io e Anna siamo partiti in treno e ritornati con la Fulvia. Ho cominciato subito a preparare la documentazione per l’omologazione che abbiamo ottenuto in breve tempo.

cesetti fulvia

Abbiamo cominciato subito a provare la regolarita’ con la Fulvia, se siamo riusciti a capirci qualcosa.. grande merito e’ stato del carissimo amico Nicola Affinita, grande maestro di regolarita, ma quello che mi rendeva sempre piu’ felice era che Anna con il cronometro balbettava sempre meno e scandiva invece sempre meglio.
La prima gara importante con la Fulvia e’ stata nel 2001 LA COPPA DEI 2 LAGHI, gara nazionale di regolarita’ classica che in quegli anni si svolgeva in due tappe sabato e domenica,nella prima tappa c’era in palio un trofeo bellissimo in agata, argento e oro, il trofeo era importante ma sia io che Anna non pensavamo lontanamente che potevamo essere nei primi dieci, figuriamoci se pensavamo di poter contare qualcosa, anche perche’ erano presenti tanti equipaggi di fama nazionale, e tanti campioni locali……in queste manifestazioni c’e’ sempre un momento molto emozionante..quello dell’uscita delle classifiche…..noi ancora adesso non siamo di quelli che corrono a vedere come e’ andata e ,mentre stavamo tranquillamente a mangiare, cominciarono ad avvicinarsi amici e conoscenti per farci i complimenti per la strepitosa prestazione… eravamo primi assoluti della prima tappa e il trofeo da sogno era nostro, una grande vittoria in particolare di Anna su tutti quelli che credevano che non sarebbe mai riuscita a diventare una brava navigatrice.
Le prime cose che ci dicevano… la solita fortuna dei principianti……..ma ci siamo confermati anche nella seconda tappa giungendo terzi e nella classifica finale della COPPA DEI 2 LAGHI 1° a pari merito.
Con la Fulvia, negli anni ci siamo divertiti e abbiamo vinto tanto..ma nel 2005 d’accordo con Anna, abbiamo cominciato a cercare in Inghilterra un’auto che avevo guidato spesso da ragazzo perche ce l’aveva un’amico e cioe’ la Morris Minor 1000 Saloon.

cesetti anna

Cercando su internet abbiamo trovato tante Morris, sino al giorno che finalmente abbiamo trovato quella giusta !Stava vicino Londra, contattare il venditore e comprarla fu una cosa immediata, decisione velocissima come sono abituato a fare in tutte le cose della mia vita.
Il 25 ottobre 2005 sono partito da Ciampino per Londra e sono andato a prendere la nostra Morris Auto d’epoca inglese del 1957. Proprio durante quel viaggio.. mi innamorai perdutamente di Moggy ( e’ questo il nome che gli abbiamo dato !) L’aver percorso tanti kilometri, la traversata della Manica , il suo speciale “ rombo” del motore che piu’ camminava e piu’ si faceva sentire con il suo coro celestiale di bielle e di pistoni..i lunghi rettilinei della Francia camminando verso Lione , l’attraversamento della frontiera, il profumo e i colori dell’Italia sino a giungere a Viterbo,il rumore del suo clacson sotto casa e… il forte abbraccio tra me, Anna e la dolcissima Moggy !!!!!.
Poiche’ la Morris Minor Saloon inglese ha naturalmente la guida a destra, ci ha fatto subito capire che tutto quello che ormai avevamo imparato con la Fulvia bisognava subito azzerarlo e ricominciare da capo..cosi’ con l’aiuto del grande maestro Affinita abbiamo cominciato a lavorare sull’avvicinamento e sui passaggi, lavoro molto duro ma che alla fine ha cominciato a dare buoni risultati. Negli anni 2006- 2007 abbiamo gareggiato con la Morris in piccole manifestazioni provinciali, poi nel 2008 ci siamo iscritti alla prima gara importante: IL TROFEO SCARFIOTTI a Macerata,dove siamo arrivati 1° assoluti, nonostante le numerose prove in salita ( la Morris in salita soffre molto ).
Negli anni 2009- 2010: Grandi vittorie e ottimi piazzamenti sino al 2011 dove, con nostra immensa gioia e soddisfazione conquistiamo il TROFEO ZANON ASI CAMPIONIIIIIIIIIIII D’ITALIAAAAAAAAAAAA. In questa occasione abbiamo conosciuto delle persone splendide che sono diventate carissimi amici.

cesetti4
Nel 2012 – 2013 – 2014 siamo stati sempre presenti nelle parti alte della classifica in molte gare.
Con la nostra Morris Minor1000 Saloon ci siamo guadagnati uno spazio importante nel mondo della regolarita’ classica.
Un grandissimo grazie va ai miei amori Anna e Moggy per avermi sempre assecondato e sopportato con pazienza.
Giorgio Cesetti

 

ADRENALINE24H

2 Responses
  1. Mauro

    Giorgio e Anna, la loro piacevole compagnia è un continuo “contagio” di entusiasmo e gioia di vivere. Giorgio, un grande Sportivo, sempre disponibile a dispensare consigli su come affrontare al meglio i tubi. Tutto quello che so sulla regolarità lo devo ai suoi insegnamenti, sapere che quando sono in gara mi segue nei risultati mi incoraggia a dare sempre il meglio.
    Grazie.
    Mauro

  2. Ringraziamo di cuore gli amici carissimi di Adrenaline 24h per averci ospitato nel loro bellissimo sito !! Ci avete dedicato uno spazio davvero importante.. con l’occasione vi facciamo i nostri complimenti.. il vostro sito e’ in continua crescita di notizie e di qualita’.. Bravi.. Bravi !!!

Leave a Reply

Translate »