Winter Marathon 2019, trionfano Barcella-Ghidotti su Porsche 356 C Coupé del 1963

Il duo bergamasco si aggiudica la 31esima edizione della classica di regolarità riservata ad auto storiche che si è conclusa venerdì 25 in tarda serata a Madonna di Campiglio. Al secondo posto Franco Spagnoli e Giuseppe Parisi su Fiat C del 1938 mentre al terzo Gianmaria Aghem e Rossella Conti a bordo della Lancia Fulvia Coupé 1.2 del 1965 con la quale vinsero il Rallye Monte-Carlo Historique 2018.

Ogni anno la manifestazione riesce a radunare numerosi equipaggi provenienti da tutto il mondo pronti a sfidare neve, ghiaccio, tornanti e stanchezza ma sempre con entusiasmo e voglia di mettersi alla prova. Numerosi anche i marchi automobilistici presenti sia italiani che internazionali come Fiat, Lancia, Volvo, Alvis, Alfa Romeo, Triunph, MG, Jaguar, Ford e Porsche.

Anche questa edizione della Winter Marathon ha soddisfatto le attese dei concorrenti; è stata una gara tecnica e decisamente impegnativa – 65 prove cronometrate su un percorso ci circa 420 km – ma soprattutto imprevedibile con grandi colpi di scena che si sono susseguiti per tutta la durata della competizione che hanno visto protagonisti diversi Top Driver. Grande protagonista anche il freddo che ha raggiunto temperature polari durante la sera, – 15° sul Passo Pordoi, per la “gioia” di chi ha partecipato con la macchina scoperta.

Tra i partecipanti anche Christian Geistdörfer, due volte campione del mondo Rally nel 1980 e 1982 come navigatore di Walter Röhrl, che ha preso parte alla manifestazione a fianco di Hans Hulsbergen del Team Villa Trasqua, a bordo di una Volvo 122 s del 1965. Geistdörfer ha inoltre dichiarato di essere rimasto incantato dal paesaggio attraversato durante la gara.

Trofeo Digitech ed Eberhard

Oggi pomeriggio, a partire dalle 13:15 si sono disputati sul lago ghiacciato di Madonna di Campiglio, i trofei  Digitech, dedicato alle vetture anteguerra che hanno partecipato alla Winter Marathon e il trofeo Eberhard riservato ai primi 32 equipaggi classificati.  Entrambi sono stati vinti dall’equipaggio Riboldi-Sabbadini su fiat 508 s Balilla campione dell’ edizione 2018 della Winter Marathon.

Classifica prove di Media

Primi i bresciani Ezio Sala e Gianluca Cioffi su Lancia Aprilia del 1937 con solo 3 penalità sulle 6 PM previste; al secondo posto Piona-Colpani (Porsche 356 A Speedster, 1956) e al gradino più basso del podio Argenti-Amorosa (Porsche 911 T 2.2, 1969) entrambi con 4 penalità.

Altre Classifiche

Si aggiudica il primo posto nella classifica delle Scuderie la Franciacorta Motori, che ha piazzato ben 3 equipaggi nei primi 10 posti, seguita da Emmebi 70, mentre la Brescia Corse si è aggiudicata la medaglia di bronzo. Per quanto riguarda la Coppa delle Dame ha trionfato l’equipaggio composto da Emanuela Cinelli ed Elisabetta Roselli, a bordo di una Fiat OSCA 1500 Cabriolet del 1963, mentre il premio per il miglior equipaggio interamente straniero è andato ai giapponesi Hiromichi Fukuda e Makoto Hirai su Fiat 850 Coupé del 1965

Primo equipaggio Under 30 quello composto dai ‘classe 2000’ Zeno Mion e Nadia Guidoccio su Fiat 850 S del 1964.

Appuntamento a gennaio 2020 per una nuova ed entusiasmante Winter Marathon!!!

Photo Credit:

www.wintermarathon.it

Leave a Reply

Translate »